Skip to content

Amazzonia: insieme la stiamo salvando!

21 ottobre 2009

insieme ce la possiamo fare

insieme ce la possiamo fare

Cari cyberattivisti,
a soli quattro mesi dal lancio del nostro rapporto “Amazzonia, che macello” siamo lieti di comunicarvi che i giganti brasiliani della carne e della pelle – JBS/Friboi, Bertin, Minerva e Marfrig – hanno finalmente risposto alle nostre richieste per fermare la deforestazione in Amazzonia. Nel corso della conferenza stampa che abbiamo organizzato a San Paolo, in Brasile, questi grandi produttori hanno unito le loro forze per mettere al bando l’acquisto di capi di bestiame provenienti da aree recentemente deforestate. La nostra campagna ha funzionato! La strategia vincente è stata quella di fare pressione su grandi marchi globali, attraverso le azioni dirette e il coinvolgimento di decine di migliaia di consumatori. In questo modo aziende italiane come Gucci, Geox e il Gruppo Natuzzi (Divani&Divani) ed altre internazionali come Adidas, Timberland e Nike si sono convinte a spingere i propri fornitori brasiliani verso una soluzione sostenibile per non mettere a rischio importanti rapporti commerciali. Anche voi siete stati gli artefici di questa importante vittoria. In decine di migliaia, partecipando alla nostra cyberazione, avete mandato e-mail alle più grandi multinazionali scrivendo di non essere disposti ad acquistare scarpe che possono avere un’impronta ecologica devastante sulla foresta amazzonica. Unire le nostre voci ha fatto la differenza: hanno dovuto ascoltarci! A San Paolo, JBS/Friboi, Bertin, Minerva e Marfrig hanno formalmente dichiarato l’adozione di standard ambientali e sociali che assicureranno che i propri prodotti non provengano da allevamenti o mattatoi responsabili di fenomeni come la deforestazione, l’occupazione di territori indigeni e forme di lavoro schiavile. Proteggere l’Amazzonia significa salvare il nostro clima. Il 20% delle emissioni di gas serra, infatti, viene causato proprio dalla deforestazione in aree come l’Amazzonia, l’Indonesia o le antiche foreste africane. Continueremo a lavorare duramente fino a quando l’obiettivo Deforestazione Zero non sarà raggiunto.

Seguiteci perché tra 10 settimane soltanto ci sarà a Copenhagen l’incontro dell’Onu sui cambiamenti climatici. Una chance che non possiamo permetterci di perdere per assicurare un futuro al pianeta e tutti i suoi abitanti.
È solo grazie al sostegno di singole persone come voi che abbiamo le risorse per portare avanti tutte le nostre campagne.

Grazie mille e a presto: Chiara Campione Responsabile campagna Foreste

Grazie mille e a presto: Chiara Campione Responsabile campagna Foreste

PS: Spedisci questo messaggio a tutti i tuoi amici interessati a combattere il nucleare.
PS: Come saprai, Greenpeace è indipendente e realizza le sue campagne solo grazie all’aiuto di singole persone come te. Se non lo sei già, diventa un sostenitore di Greenpeace! Sostieni questa e altre campagne in difesa del pianeta

Annunci
One Comment leave one →
  1. 29 ottobre 2009 00:50

    quello che stavo cercando, grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: